Dipartimento di fisica Home Web Mail Universita' degli studi di Parma Computer Palmari Telefonini WAP  
Seminario
"The metabolic cost of counteracting cell swelling"

Relatore: Gaetano L. Aiello- Lavora al Dipartimento di Scienze Fisiche e Astronomiche di Palermo e a Madison (Wisconsin). Si occupa di Caos e dinamica e più recentemente di Basic Brain Energetics

Aula Newton
21 Febbraio 2003 ore 16.00

Abstract
THE METABOLIC COST OF COUNTERACTING CELL SWELLING Gaetano L. Aiello Dipartimento di Scienze Fisiche & Astronomiche Universita’ di Palermo IL SEMINARIO SARA’ IN LINGUA ITALIANA Sommario. Neuroni e glia della corteccia cerebrale si “gonfiano” quando sono attivi [1]. Lo spazio intercellulare si restringe, e di conseguenza aumenta la concentrazione degli elettroliti presenti- in particolare K+ . Poiche’, in condizioni di riposo, il neurone perde K+ citosolico, mantenendo cosi’ il potenziale di membrana al valore “giusto”,un aumento di K+ extracellulare renderebbe piu’ difficile per la cellula trasudare potassio. Il suo potenziale di membrana aumenterebbe in virtu’ della contiguita’con una cellula attiva [2,3]. Ma fino a che punto? Fino a innescare l’attivita’ anche in questa? Magari provocare una reazione a catena che “infiammerebbe” l’intera corteccia, coinvolgendola in un attacco epilettico?! In condizioni normali cio’ non avviene. Qual’e’ il meccanismo messo in atto dalla cellula per contrastare gli effetti depolarizzanti causati dal restringimento dello spazio intercellulare? Si propone [4] un meccanismo di omeostasi che chiamerebbe in causa una “pompa del Cloro” (un co-trasportatore K-Cl) che stimolerebbe una maggor attivita’ delle pompe Na+-K+ in risposta ad un restringimento dello spazio intercellulare. Bibliografia: [1] Lipton, P. J. Physiol., 231, 365-383 (1973). [2] Hochman, S. C. Baraban, et al., Science 70, 99-102 (1995). [3] Bach-y-Rita, P. & Aiello, G.L. NeuroReport 7,1502-1504 (1996). [4] Aiello, G.L. & Bach-y-Rita, NeuroReport 8,1165-8 (1997). Note Biografiche: Gaetano L. Aiello si e’ laureato in Fisica a Palermo nel 1968. Ha insegnato vari corsi (Fisica Generale I e II, Onde Elettromagnetiche, Ottica, Laboratori di Fisica, Fisica Medica). E’ attualmente associato di Fisica I [FIS01]. L’interesse scientifico e’ nella bio-ingegneria, bio-fisica, reti neurali, Caos Dinamica, e - ultimamente - Neuroscienza. Dirige il progetto NEURONICA , ponte tra le scienze cognitive e quelle fisihe.