Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra  
ATTUALITA' SCIENTIFICA
DIVULGAZIONE
     
PARMA
Accoppiamento di spin tra nanomagneti molecolari per la realizzazione di stati entangled a tre qubit
E’ stato mostrato che sistemi supramolecolari costituiti da molecole magnetiche si comportano come un insieme di qubit tra loro interagenti e aprono nuove ed importanti prospettive nell’ambito della computazione quantistica.  La realizzazione di computer quantistici, basati su un’idea proposta per la prima volta da Richard Feynman nel 1982, permetterà di risolvere problemi impossibili per qualunque computer tradizionale.  Negli ultimi anni un gruppo di fisici teorici della materia condensata di questo Dipartimento e i loro collaboratori delle Università di Modena e Reggio Emilia e di Manchester hanno proposto di utilizzare molecole magnetiche ad anello come qubit per implementare algoritmi di computazione quantistica. Queste molecole presentano caratteristiche ottimali in quanto i vari anelli possono essere connessi chimicamente tra loro e la natura e l’entità dell’interazione effettiva tra i vari qubit, come è stato mostrato da modelli teorici che ne simulano il comportamento, può essere controllata variando il tipo di linker. In particolare, questi complessi supramolacolari aprono la possibilità di realizzare stati massimamente entangled a più di due qubit in sistemi a stati solido. I risultati di questa ricerca sono stati recentemente pubblicati su Nature Nanotechnology
Clicca per ingrandire -
 
LINK CORRELATI