Università degli Studi di Parma
Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

CORSO DI LAUREA IN FISICA

Ordinamento didattico di cui al DPR del 17.4.1990 (TABELLA XXI, G.U. 105 del 7.5.1991) modificato con D.M. del 23.2.1994 (G.U.147 del 25.6.1994)
Ordinamento didattico (Nuovo Ordinamento*) di cui al D.M. n.170 del 19.10.2000
Anno Accademico 2001-02
Con l'Anno Accademico 2001/02 prende l'avvio il nuovo ordinamento degli studi, che prevede una laurea di I livello in Fisica (classe 25, Scienze e Tecnologie Fisiche) al termine di un corso di studi triennale e una laurea di II livello, specialistica, con un ulteriore biennio di studi (classe 20/S, Fisica).

Il Corso di Laurea in Fisica è articolato in un  Orientamento Generale e  un Orientamento Informatico: il primo è concepito principalmente per chi intende proseguire gli studi a livello di laurea specialistica, il secondo ha carattere professionalizzante nel campo delle applicazioni dell'informatica nel contesto delle nuove tecnologie (web, basi di dati, gestione di sistemi e reti). Le principali figure professionali sono rappresentate da esperti di strumentazione di misure elettroniche, esperti in sistemi di controllo con acquisizione ed analisi delle immagini, esperti nell'interfacciamento software tra strumentazioni di misura ed elaboratori digitali, esperti in software per la gestione di reti di calcolatori, esperti in misure fisiche e tecniche informatiche utilizzabili a fini applicativi, progettisti di programmi di simulazione del comportamento di sistemi complessi, esperti di tecniche di programmazione multimediali, collaboratori tecnici nei laboratori di ricerca e sviluppo industriale.


I due orientamenti si distinguono per numero di crediti in Fisica e Informatica e per l'elenco di insegnamenti facoltativi, secondo lo schema riportato di seguito.

Il proseguimento degli studi a livello di laurea specialistica è previsto nella classe 20/S o in altre classi per le quali siano richieste solide basi di Matematica, Fisica e Informatica. Nella classe Fisica sono previste lauree specialistiche (da attivarsi nell'anno accademico 2002/2003) in "Fisica della Materia", "Fisica dei Biosistemi" e "Fisica Teorica".

In questa fase di prima attivazione, gli studenti che hanno frequentato il I anno di Fisica nel 2000/01, saranno ammessi al II anno del nuovo ordinamento triennale. A questo fine, gli esami sostenuti con esito positivo dagli studenti iscritti al primo anno nell’A.A. 2000-2001 saranno completamente riconosciuti e convertiti in crediti formativi (cfu) secondo quanto è previsto dal nuovo ordinamento degli studi. Saranno stabilite tabelle di conversione dei crediti formativi che permetteranno agli studenti che hanno frequentato con profitto corsi del vecchio ordinamento, di passare dal vecchio al nuovo ordinamento attribuendo loro crediti formativi. Con questo si permetterà anche a chi ha frequentato i corsi del vecchio ordinamento, di poter conseguire la laurea triennale prevista dal nuovo ordinamento in eventuali sessioni di laurea straordinarie, nel corso del prossimo Anno Accademico.

Per tutti gli studenti interessati al CORSO DI LAUREA IN FISICA sarà disponibile un pre-corso di MATEMATICA di base organizzato a cura dei Docenti del Dipartimento di MATEMATICA. Il pre-corso inizierà mercoledì 12 settembre 2001 e le lezioni si svolgeranno nell'aula Magna del Dipartimento di Chimica. La frequenza del precorso è fortemente consigliata, non comporta alcuna formalità ed è aperta anche a coloro che non avessero ancora perfezionato la loro iscrizione.


 

Le lezioni del 1° e 2° anno del nuovo ordinamento e del 2°, 3° e 4° anno del vecchio ordinamento del Corso di Laurea in FISICA , avranno inizio LUNEDI’ 1 OTTOBRE alle ore 10.30 presso il Dipartimento di Fisica.
 

Tutti i corsi di insegnamento sono tenuti presso il Dipartimento di Fisica, dove hanno collocazione la maggior parte delle strutture di ricerca e le relative attività in cui sono coinvolti ricercatori e docenti del gruppo fisico. L'edificio ospita anche una serie di servizi disupporto per la ricerca e la didattica, che vanno dai laboratori didattici per le esercitazioni ai laboratori di ricerca, presso i quali si svolgono di norma gli studi relativi alle tesi di laurea, la biblioteca, le sale terminali, il laboratorio di calcolo avanzato, l'aula didattica di informatica, il laboratorio elettronico-informatico, l’officina meccanica, etc.
Si riportano qui di seguito:
  1. La struttura e le caratteristiche del Corso di Laurea in FISICA attivato dall'Anno Accademico 2001/2002. Il corso fa parte del nuovo ordinamento degli studi e sarà disciplinato dal nuovo REGOLAMENTO di Ateneo; 
  2. le norme previste dal REGOLAMENTO DIDATTICO del Corso di Laurea in FISICA, Vecchio Ordinamento, di durata quadriennale attualmente in vigore.
*La normativa e gli aggiornamenti del Nuovo Ordinamento degli studi possono essere trovati sulla pagina web del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica: http://www.murst.it



1. Corso di Laurea in Fisica
Classe XXV – Scienze e Tecnologie Fisiche


DURATA DEGLI STUDI 

La durata del Corso di studi in Fisica  prevista dal nuovo ordinamento è di 3 anni.
 
ISCRIZIONE
Il titolo di ammissione al Corso di Laurea è quello previsto dalla legge.
La documentazione e gli importi delle tasse necessari per l’immatricolazione, l’iscrizione agli anni successivi in corso e fuori corso, verrà definita con criteri generali in base alla normativa vigente, in sede di definizione del Manifesto Generale di Ateneo.
 
ORDINAMENTO DIDATTICO
Per ottenere il titolo di laurea al termine del corso di studi triennale prevista dal nuovo ordinamento lo studente deve aver acquisito 180 creditiformativi universitari (cfu). Il credito rappresenta l’unità di misura dell’impegno dello studente. Ad ogni credito corrispondono 25 ore circa di impegno complessivo dello studente di cui 8 ore circa di impegno in aula per i corsi teorici e 12 ore circa per i corsi di laboratorio. Qui di seguito sono indicati i crediti da acquisire suddivisi per ambiti disciplinari:

Orientamento Generale

       a) 38 crediti di formazione di base  nei settori MAT (Matematica), INF (Informatica) e ING-INF
                 (Ingegneria Informatica), di cui 26 nei settori MAT e 12 nei settori INF o ING-INF
       b) 88 crediti   nei settori FIS/01-07, FIS/02-08 e FIS/03-04 (caratterizzanti)
     c1)   6 crediti   nel settore CHI (Chimica)
     c2) 16 crediti   in discipline non incluse tra le caratterizzanti

Orientamento  Informatico

      a)  38 crediti  di formazione di base nei settori MAT (Matematica), INF (Informatica) e ING-INF
                (Ingegneria Informatica), di cui 26 nei settori MAT e 12 nei settori INF o ING-INF
       b) 80 crediti   nei settori FIS/01-07, FIS/02-08 e FIS/03-04 (caratterizzanti)
      c1)   6 crediti  nel settore CHI (Chimica)
      c2) 24 crediti  nei  settori INF (Informatica) o ING-INF  (Ingegneria Informatica)
 
Il totale dei crediti prestabiliti è 14824 dei quali saranno conseguiti in corsi che comportino attività di laboratorio. Inoltre è prevista la conoscenza di almeno una lingua europea oltre l'italiano (4 crediti). Sono lasciati alla piena autonomia di scelta dello studente tre moduli corrispondenti a 12 crediti. Si dovrà inoltre sostenere un periodo di tirocinio (10 crediti) e una prova finale per la quale si assegnano 6 crediti in attività specifiche; i crediti di ciascun modulo saranno conseguiti attraverso la frequenza attiva e il superamento di una prova, con un possibile recupero in una sessione speciale a settembre. Ogni modulo didattico prevede eventuali prerequisiti, incompatibilità o equivalenze con gli altri moduli. Le scelte permetteranno allo studente di configurare il suo corso di studi in direzioni specifiche in prospettiva sia di una qualificazione professionale che di un proseguimento degli studi. ( vedi la Tavola esemplificativa)

 

Curricula: Il Corso si articola su una base comune obbligatoria per tutti gli studenti e in una serie di Menu o liste di corsi, a scelta limitata e orientata, finalizzati a costruire curricula personalizzati:

Per coloro che vorranno proseguire negli studi, al triennio di primo livello seguirà un biennio specialistico. I corsi di studio previsti dal nuovo ordinamento per il biennio specialistico saranno anch'essi organizzati con il sistema dei crediti e prevederanno lauree specialistiche in 1) Fisica della Materia, 2) Biofisica e 3) Fisica Teorica. Tali lauree e i corsi corrispondenti saranno attivate nel corso dell'Anno Accademico 2002/2003.
Organizzazione in semestri e modalità di esame: i corsi sono cadenzati in due periodi annuali definiti semestriciascuno dei quali contiene un periodo di formazione e uno di valutazione. E' previsto un terzo periodo (estivo) di recupero con eventuali corsi tutoriali e un periodo di valutazione autunnale (settembre). I semestri avranno la seguente collocazione nel calendario: 1° semestre (1.10/30.01) - 2° semestre (1.03/15.06). Le prove di valutazione si svolgeranno nel mese successivo alla fine del semestre; in aggiunta ci sarà una prova di recupero autunnale a settembre.
Ogni corso di insegnamento è costituito da uno o più moduli semestrali. Corsi che si estendono su più di un semestre costituiscono un blocco unico di crediti, ma prevedono di norma, una prova parziale alla fine di ogni semestre. La prova finale per il conseguimento per la laurea di I livello si terrà in tre periodi: 10.07/20.07, 10.09/30.09 e una sessione di recupero a febbraio.
I regolamenti di Ateneo, Facoltà e Corso di Laurea disciplineranno obblighi di frequenza e modalità delle prove di valutazione.
Qui diseguito sono elencati  i corsi principali e la lista dei corsi a scelta che saranno attivati nel prossimo Anno Accademico 2001/02. Di fianco al nome del corso è indicato in numero di cfu.

 

Orientamento Generale

I Anno

I semestre II semestre 
Introduzione alla Fisica (4) Meccanica (4)
Calcolo I    (4) Calcolo III (4)
Algebra Lineare (3) Programmazione I (4)
Laboratorio di Informatica (4) Chimica II (3)
Lingua straniera (4) Termodinamica (4)
Calcolo II (4) Laboratorio di Meccanica (4)
Geometria (3) Laboratorio di Calorimetria (4)
Chimica I (3) Corso a scelta dalla lista C12

II Anno

I semestre II semestre 
Elettromagnetismo I (4)
Elettromagnetismo (II)
Meccanica dei mezzi continui (4) Laboratorio di Elettromagnetismo (4)
Calcolo IV (4) Meccanica Statistica (4)
Programmazione II (4) Onde e Ottica (4)
Meccanica Analitica (4) Laboratorio di Ottica (4)
Corso a scelta dalla lista C21 (4) Corso a scelta dalla lista B22 (4)
Corso a scelta (4) Corso a scelta dalla lista C22 (4)
Relatività e Quanti  (4)

III Anno  (attivato con l'anno accademico 2002/2003)

I semestre II semestre 
Meccanica quantistica (4)
Nuclei e Particelle (4)
Metodi Matematici (4) Introduzione alla Fisica della Materia (4)
Laboratorio di Fisica Moderna I (4) Corso a scelta (4)
Laboratorio di Fisica Moderna II (4) Tirocinio (10)
Due Corsi a scelta dalla lista B31 (4+4) Prova finale (6)
Corso a scelta dalla lista C31 (4)
Corso a scelta (4)

Orientamento Informatico

I Anno

 
I semestre II semestre 
Introduzione alla Fisica (4)
Meccanica (4)
Calcolo I    (4) Calcolo III (4)
Algebra Lineare (3) Programmazione I (4)
Laboratorio di Informatica (4) Chimica II (3)
Lingua straniera (4) Termodinamica (4)
Calcolo II (4) Laboratorio di Meccanica (4)
Geometria (3) Laboratorio di Calorimetria (4)
Chimica I (3) Architettura degli elaboratori (4)

II Anno

I semestre II semestre 
Elettromagnetismo I (4)
Elettromagnetismo II (4)
Meccanica dei mezzi continui (4) Laboratorio di Elettromagnetismo (4)
Calcolo IV (4) Meccanica Statistica (4)
Programmazione II (4) Onde e Ottica (4)
Meccanica Analitica (4) Elettronica Digitale (4)
Corso a scelta (4) Laboratorio di Ottica (4)
Un corso a scelta tra: 
        Elettronica Analogica (4) 
        Basi di Dati (4)
Un corso a scelta tra: 
       Reti e Multimedialità (4) 
       Sistemi Operativi (4)
Corso a scelta dalla lista B22

III Anno (attivato con l'anno accademico 2002/2003

 I semestre II semestre 
Meccanica quantistica (4)
Nuclei e Particelle (4)
Metodi Matematici (4) Introduzione alla Fisica della Materia (4)
Laboratorio di Fisica Moderna I (4) Corso a scelta (4)
Laboratorio di Fisica Moderna II (4) Tirocinio (10)
Un corso a scelta dalla lista B31 (4) Prova finale (6)
Due corsi a scelta di Informatica dalla lista
C31 (4+4)
Corso a scelta (4)

 

Menu C12 (4)

Complementi di Geometria
Laboratorio di Chimica
Architettura degli Elaboratori
Tecnologia del Vuoto e delle Basse Temperature

Menu C21 (4)

Elettronica Analogica
Chimica Fisica
Teoria dei Gruppi
Basi di Dati

Menu C22 (4)

Equazioni Differenziali
Reti e Multimedialità
Chimica Organica
Sistemi Operativi
Un  corso dal Menu C12

Menu B22 (4)

Strumentazione Elettronica per l’Elaborazione  dei Segnali
Metodi Probabilistici della Fisica
Storia della Fisica
Fisica Computazionale
Relatività e Quanti

Menu B31 (4) (l’elenco verrà inserito nel manifesto 2002/2003)

Menu C31 (4) (l’elenco verrà inserito nel manifesto 2002/2003)

 

 

2. Corso di Laurea in Fisica

(Vecchio Ordinamento -Tab.XXI)

ORDINAMENTO DIDATTICO

Il corso quadriennale per la Laurea in Fisica secondo il vecchio ordinamento prosegue ad esaurimento fino all'a.a. 2003/2004 per gli studenti già immatricolati nell'a.a. 2000/2001. 
Le lezioni sono organizzate sulla base di corsi annuali (A), corsi annuali compattati in un semestre (AC) e corsi semestrali (S).
Nella presentazione del piano di studi, ove previsto dal seguente ordinamento didattico e in funzione dell’indirizzo scelto, lo studente può completare le 18 annualità scegliendo due corsi semestrali in luogo di un corso annuale.

 

Elenco degli insegnamenti

2° anno
Analisi Matematica II (A)
Fisica Generale II (A)
Meccanica Razionale con elementi di Meccanica Statistica (AC 2° semestre)
Esperimentazioni di Fisica II (A)
Possono iscriversi al 3° anno di corso soltanto gli studenti che abbiano superato almeno quattro esami del primo biennio. Possono sostenere gli esami del 3° anno solo gli studenti che abbiano superato gli esami di Analisi Matematica I e II e di Fisica Generale I e II. Possono ottenere l'iscrizione al 4° anno solo gli studenti che abbiano superato almeno otto esami.
Entro il termine del II anno lo studente dovrà superare la prova di conoscenza di almeno una lingua straniera di rilevanza scientifica (di norma Inglese).
Al momento dell'iscrizione al 3° anno lo studente deve indicare l'indirizzo che intende scegliere. All'atto dell'iscrizione al 4° anno lo studente presenta il piano di studi con il quale può eventualmente modificare la scelta di indirizzo effettuata l'anno precedente.
3° anno
Istituzioni di Fisica Teorica (A o AC 1° semestre)
Istituzioni di Fisica Nucleare e Subnucleare (AC 1° semestre)
Metodi Matematici della Fisica (A)
Struttura della Materia (AC 2° semestre)
Esperimentazioni di Fisica III (A)
Lo studente potrà scegliere il corso Istituzioni di Fisica Teorica nell’opzione annuale o annuale compattata al 1° semestre. Le lezioni del corso compattato saranno tenute prevalentemente nelle ore pomeridiane.

4° anno

Gli indirizzi attivati per l'anno accademico 2001-2002 sono i seguenti:

Indirizzo di   Fisica della Materia
Indirizzo       Teorico-Generale
Indirizzo       Elettronico-Cibernetico
Indirizzo di   Fisica dei Biosistemi
Una guida alla formulazione dei piani di studio è la seguente:

INDIRIZZO DI FISICA DELLA MATERIA

Sono obbligatori i due corsi annuali:
Fisica dello stato solido, Laboratorio di Fisica della Materia oppure Laboratorio di Tecnologie Fisiche
Si individuano due possibili scelte, una con maggiore connotazione sperimentale ed un'altra teorica.
Relativamente alla "opzione sperimentale" si suggerisce di scegliere il terzo corso annuale tra:
   Ottica Quantistica (A/S, 1° o 2° semestre), Proprietà Elettromagnetiche della Materia (S, 2° semestre)
   Fisica dei Semiconduttori (A).
Per l' "opzione teorica" si suggerisce la scelta tra:
   Teorie Quantistiche (A), Meccanica Statistica (A)
Il quarto corso annuale oppure i due corsi semestrali potranno essere scelti oltre che tra quelli sopra elencati tra:
   Elettronica (A/S, 1° semestre), Fisica dei Materiali (A/S 1° o 2° semestre), Laboratorio di
   Informatica (A), Fisica dei Plasmi (A/S, 1° o 2° semestre)

INDIRIZZO TEORICO GENERALE 

a)Opzione "Campi e particelle "
   Fisica Teorica (A), Teoria delle Interazioni Fondamentali (A/S, 1° o 2° semestre),
   Teorie quantistiche (A), Fisica delle Particelle Elementari (S, 2° semestre)
Completamento della 18.a annualità mediante:
   Relatività (A/S, 1° semestre), Fisica dei Sistemi Dinamici (S, 2° semestre),
   Fisica dei Plasmi A/S, 1° o 2° semestre)
b)Opzione "Campi e Meccanica Statistica"
   Fisica Teorica (A), Teorie quantistiche (A), Meccanica Statistica (A)
Completamento della 18.a annualità mediante:
   Relatività (A/S, 1° semestre), Teoria delle Interazioni Fondamentali (A/S, 1° o 2° semestre),
   Fondamenti della Fisica (A/S, 1° o 2° semestre), Fisica dei Sistemi Dinamici (S, 2° semestre),
   Fisica dei Plasmi (A/S, 1° o 2° semestre)

INDIRIZZO ELETTRONICO CIBEBERNETICO 

Sono obbligatori i tre corsi annuali seguenti:
   Elettronica (A), Laboratorio di Informatica (A), Acquisizione ed analisi dei dati della Fisica (A)
La quarta annualità è costituita dai due corsi semestrali:
   Sistemi di elaborazione dell'informazione (S, 1° semestre),
   Metodi formali dell'informatica S, 2° semestre)

INDIRIZZO FISICA DEI BIOSISTEMI 

   Biofisica (A), Laboratorio di Biofisica (S 1° semestre), Laboratorio di Biofisica (S 2° semestre)
   Biologia Generale (A/S, 1° semestre), Biochimica Fisica (S, 1° semestre)
Corsi a scelta:
   Biologia Molecolare (S, 2° semestre), Fotobiologia (S, 2° semestre),
   Biofisica Applicata (S, 2° semestre)
TESI DI LAUREA
La Tesi di Laurea consiste in un lavoro di ricerca originale, sperimentale o teorico, eseguito dal candidato sotto la guida di un relatore ufficiale. La ricerca può essere svolta, in toto o in parte, anche presso Istituzioni o Enti qualificati esterni al Dipartimento di Fisica.

Note: Per la compilazione del piano di studi la scelta dell’indirizzo e l’orientamento tra possibili attività di ricerca per lo svolgimento della tesi di laurea saranno organizzate apposite riunioni con gli studenti a cura della Commissione Didattica del CCL. Per questi e per tutti gli altri aspetti riguardanti la vita accademica gli studenti potranno usufruire del servizio di tutorato organizzato a cura del CCL.

I passaggi da altri corsi di laurea ed i trasferimenti da altre sedi universitarie devono essere formalizzati entro la data fissata dal regolamento didattico di Ateneo e di Facoltà.
Il termine di presentazione del piano di studi è fissato dal regolamento didattico di Ateneo e di Facoltà.

 

DURATA DEGLI STUDI

La durata del corso di studi in Fisica prevista dal vecchio ordinamento ed in vigore soltanto per gli studenti iscritti agli anni precedenti, è di quattro anni, suddivisi in un triennio di studi di base, con 14 corsi annuali, ed un quarto anno differenziato in indirizzi. Complessivamente il corso di laurea prevede 18 annualità.

Le sessioni di esame previste per i corsi annuali compattati (AC) e per i corsi semestrali (S) ove tenuti nel

I semestre saranno nell’ordine:

l sessione: febbraio; II sessione: giugno-luglio; III sessione: settembre

Per i corsi annuali (A) e per i corsi annuali compattati (AC) e semestrali (S) tenuti nel II semestre le sessioni di esame saranno nell’ordine:

I sessione: giugno-luglio; II sessione: settembre; III sessione: febbraio

Gli studenti fuori corso possono usufruire di prolungamenti delle sessioni concordate con i docenti.

In ogni caso per i corsi semestrali e corsi compattati svolti nel 1° semestre l’inizio delle sessioni d’esame è fissato il 1° febbraio e la chiusura è il 31 gennaio dell’anno successivo; per i corsi annuali, semestrali e annuali compattati tenuti nel 2° semestre, l’inizio delle sessioni d’esame è fissato il 1° giugno e la chiusura è il 30 aprile dell’anno successivo.

Per quanto riguarda i corsi che riportano l’indicazione A/S lo studente ha facoltà di scegliere il corso suddetto nell’opzione annuale o semestrale.
 

Il Direttore Amministrativo                  Il Magnifico Rettore                        Il Preside di Facoltà
     Dott. R.Poldi                                    Prof. G.Ferretti                               Prof. A.Mangia